Non versiamo lacrime sul latte versato...

( http://www.italian-samizdat.com/ ) Dopo i vestiti impregnati di formaldeide, l'acciaio radioattivo, i giocattoli ad eccessivo con...



(http://www.italian-samizdat.com/)
Dopo i vestiti impregnati di formaldeide, l'acciaio radioattivo, i giocattoli ad eccessivo contenuto di piombo, il dentifricio con l'anticongelante (e chi più ne ha ne metta..), giunge dalle lontane terre dell'Oriente la notizia di latte contaminato alla melamina. Ad oggi, quattro sono i bimbi morti e 13OOO quelli intossicati. Penso basti questo a giustificare la diffidenza di molti (la sottoscritta pienamente compresa) verso la merce cinese; è evidente che i parametri di produzione e controllo nella terra di Mao sono altro mondo rispetto ai nostri. Ritornando al latte, è notizia odierna quella secondo cui le autorità cinesi fossero a conoscenza della contaminazione già dal 2 agosto scorso e tuttavia hanno celato la notizia perchè nulla doveva minare la magnificenza di quell'artificioso quanto surreale palcoscenico delle Olimpiadi.

Ma dunque,di cosa ci stupiamo? Questa è l'altra faccia della medaglia del processo di globalizzazione che sembra non volersi arrestare. Che lo vogliamo o no,tutti noi contribuiamo a tenere in moto questo gigantesco motore apparentemente privo di redini, se non fosse che in realtà a guidarlo son le leggi del mercato e della speculazione, leggi dettate da pochi per il popolo intero. Noi vi contribuiamo con i nostri lussi e sfrenatezze, con la nostra mancanza di responsabilità,col nostro desiderio smodato di avere più di quello di cui abbiam bisogno perchè oggi conta l'abito, non certo ciò che c'è sotto. Ed allora, come pretendiamo che Paesi come la Cina, abbagliati dal nostro benessere ed avidi di spartirsi con noi il pasto, non seguano la nostra strada, battuta ormai da secoli, ripercorrendola il più velocemente possibile? La corsa al mercato globale ed al denaro è ormai l'obiettivo di questi Paesi e viene intrapresa dimenticando tutte le tappe di uno sviluppo logico e razionale. Sia chiaro, per l'Occidente l'impostarsi di una concezione dei diritti del singolo pari passo con la maturazione dell'economia è sempre valsa per sè e basta: parole come diritti, libertà, assistenza ecc hanno sempre avuto un significato intrinseco alla natura stessa dell'Occidente, ma al di là dei limiti geografici tali vocaboli perdevano di significato; non nascondiamoci dietro la parvenza di un mondo sviluppato a cui diciamo di appartenere dimenticandoci dei fattori che hanno contribuito alla costruzione della odierna ricchezza occidentale, ovvero lo sfruttamento coloniale, rimembrando che a tutti gli effetti esso non è un retaggio del passato ma sussiste tuttora sotto le spoglie di un neocolonialismo che ha tutti i caratteri della dipendenza economica. Dunque, è evidente che Paesi emergenti, per concorrere a questa sfrenata logica di mercato debbano ricorrere a mezzi poco trasparenti e corretti, esattamente come abbiamo fatto noi (e comecontinuiamo a fare). Ed allora smettiamola di piangere sul latte versato, perchè non abbiamo poi così tanto da insegnare a questi Cinesi.

AGGIORNAMENTO (27/9/2008)
E' di oggi la notizia di un maxisequestro di scarpe cinesi contenenti cromo esavalente, (che è tossico e cancerogeno) e recanti marchio contraffatto. E' bene sempre porre attenzione alla provenienza dei capi che acquistiamo: a mio parere,è meglio un vestito in meno,ma di buona qualità;se ne guadagna in salute.

Volevo anche far presente che le mie considerazioni su mercato e globalizzazione e sul gigante cinese non valgono come giustificazione dei mezzi usati dai cinesi per star al passo dei Grandi; semplicemente,ho voluto far presente le responsabilità dell'Occidente,presenti e passate,ai fini di una lettura più ampia e meno ipocrita dei fatti in questione. Mi premeva questa delucidazione.

Profilo dell'autore

HYBRIS: femmina (ma non troppo), geofisica di professione, scrivo per diletto. Chi mi ispira? Da Nietzsche a Voltaire, dal Maestro - quello finnico - a King, passando per tutti i piccoli grandi eroi della porta accanto che rendono questo mondo migliore. Amo: il culture shock, il fango e le stelle, i concerti, le avventure ed i posti inesplorati, l'incertezza, l'umiltà superba di chi ha cuore e menti grandi, gli animi caparbi.

Posta un commento Default Comments

emo-but-icon

Seguici!

Hybris&Joshua. Powered by Blogger.

HOT

NEW

Translate this blog!

Visite Totali

Mappa Visitatori

item
"