La scienza la fanno gli scienziati, non i tecnici

( http://altocasertano.wordpress.com/ ) La tragedia del terremoto in Abruzzo ha tutti gli aspetti di una delle tante sciagure annuncia...



(http://altocasertano.wordpress.com/)

La tragedia del terremoto in Abruzzo ha tutti gli aspetti di una delle tante sciagure annunciate, a cui da tempo in questo paese siam abituati, a causa del solito disinteresse per le tematiche ambientali e i rischi naturali. Pare però che questa volta ci sia stato davvero qualcuno che la tragedia l’aveva prevista; il Sig. Giampaolo Giuliani, un tecnico di laboratorio dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare del Gran Sasso, aveva allarmato la popolazione locale affermando che per il 29 Marzo vi sarebbe stata una terribile scossa. Purtroppo la sua previsione risultò errata sia per la posizione dell’epicentro (distante 60 km da quello reale del 6 aprile), nonché per la data del sisma, di ben 8 giorni. Ciò ovviamente pone  seri dubbi sul metodo utilizzato da tale tecnico (che ricordiamo non ha una laurea, nè alcuna esperienza in campo geologico-geofisico); sembra la sua più un’opera da rabdomante; giustamente la Protezione Civile ha poi denunciato Giuliani per “provocato allarme”. A terremoto avvenuto adesso esige le scuse di chi non gli aveva creduto…Bisognava forse credere nella sua errata previsione? Cosa sarebbe successo se la gente di Sulmona (città in cui aveva previsto l’epicentro) fosse stata evacuata e mandata a l’Aquila, dove è poi avvenuto realmente il sisma?

Egli afferma di utilizzare il Radon per prevedere i terremoti; l’utilizzo del Radon come precursore  sismico viene studiato da molti anni negli USA ed in Giappone, ed esso non risulta affatto affidabile, almeno allo stato attuale della ricerca mentre ricordo che una caratteristica fondamentale di un metodologia, per definirsi scientifica, è la ripetibilità. Inoltre il Radon sembra più accompagnare invece che precedere le scosse telluriche; alla luce di ciò, quanto affermato da Giuliani sembra alquanto superficiale e azzardato, privo di basi scientifiche accertate, il che è tanto più grave vista la ricaduta delle sue affermazioni, in termini di rischi per le vite umane.

Come può essere reputato scientifico il metodo di colui che afferma che c’è una correlazione tra frequenza del sisma e stagioni? O che, al contrario di ciò che poi ha affermato più tardi, rassicurava che per la fine di Marzo lo sciame sismico sarebbe stato solo un ricordo? Ecco la sua intervista a una tv locale, del 23/3/09.Giudicate voi…

Profilo dell'autore

JOSHUA: Adulto, ma ancora un po’ bimbo dentro, geofisico ma anche chitarrista, sono un inguaribile appassionato di scienza e fotografia. Per non parlare dell’Heavy Metal, la politica, la satira ed i farfalloni panna e prosciutto! Scrivo sul blog per diffondere notizie, scoperte, riflessioni che sarebbe sprecato tenere per sé.

Posta un commento Default Comments

emo-but-icon

Seguici!

Hybris&Joshua. Powered by Blogger.

HOT

NEW

Translate this blog!

Visite Totali

Mappa Visitatori

item
"