Sia fatta la Sua volontà, e la nostra?! I deliri e le Pasquinate

(Vauro) E' un bel dire che quelli " contro natura " (Papa Giovanni Paolo II), con " un'inclinazione disordinat...




(Vauro)
E' un bel dire che quelli "contro natura" (Papa Giovanni Paolo II), con "un'inclinazione disordinata" (Papa Benedetto XVI), quelli "deviati" (Paola Binetti) siano gli omosessuali.
Logica vorrebbe che tali osservazioni venissero attribuite a chi invece si ostina a non vedere nel celibato coatto un atto contro natura. Ecco, questa è una deviazione dalla normalità, se è vero, come è vero, che anche preti, vescovi e papi, suore e novizie hanno un apparato genitale completamente funzionante (i rapporti tra preti o suore o frati e suore, vedi il recente scandalo di Medjugorje, gli scandali di suore lesbiche, vedi caso di Ostuni, il ritrovamento di resti di feti  nel giardino di un convento del mio paese nel corso di lavori non rappresentano casi così isolati).

Lo scandalo dei preti pedofili tuona senza sosta in questi giorni. Eppure, si ha sempre l'impressione che c'è sempre qualcuno più uguale degli altri (no, per una volta tanto, non parliamo di Berlusconi), che per alcuni la legge venga interpretata in modo diverso. E' pleonastico dire che in Italia la Chiesa continua a detenere un potere assolutamente immenso e che le cose non cambieranno per molto tempo, forse non cambieranno mai.

C'è chi dice che il celibato non sia una concausa del numero di casi di pedofilia che hanno scosso la Chiesa cattolica. C'è chi afferma: “La percentuale di preti pedofili è trascurabile e chi pensa di usarla per denigrare la chiesa è chiaramente in malafede. Il 97 per cento dei reati pedofili si consuma nell'ambito familiare o nelle istituzioni laiche.” Peccato però che i preti rappresentino, sul totale della popolazione, una percentuale bassissima, per cui si capisce come quel 3% assuma dimensioni ben più gravi. Inoltre, possibile che si voglia essere così miopi da non capire che il numero reale di casi è di gran lunga superiore?! Quanti non hanno denunciato? E poi ancora, la mole di casi insabbiata dal Vaticano è inimmaginabile, tanto più se si pensa come la legge smetta di valere una volta superate le mura del Vaticano (se vieni scoperto, la massima pena che ti viene inflitta è il trasferimento).Difatti:

"Secondo il N. Y. Times il Papa quando era Cardinale Joseph Ratzinger, insieme al cardinale Tarcisio Bertone, occultò un caso di pedofilia negli Stati Uniti che vedeva un prete accusato di aver molestato sessualmente almeno 200 bambini con l’handicap della sordità."

Notizia di oggi:

"Nel 2005 Joseph Ratzinger, citato in giudizio - quando era ancora Prefetto per la Congregazione della Dottrina della Fede - per intralcio alla giustizia nell'ambito di un processo, in Texas, su tre casi di abusi su minori commessi da un seminarista colombiano, si avvalse dell'immunità diplomatica in quanto nel frattempo era diventato papa ed evitò così di andare a deporre."


Siamo di fronte ad una cricca autorizzata a delinquere. Vallo a toccare il Papa! Ci pensate? Ratzinger in prigione...Naaa, deliri sogni di utopie di mondi differenti. Eppure...Mi chiedo quanti abbiano la coerenza di scandalizzarsi e di chiedere la punizione per tutto questo. Pochi, troppo pochi. Siamo ormai avvezzi agli abusi di potere, pecore disorientate ed ipocrite che, pur di non rinunciare all'abitudine di cui siamo schiavi, non lotteremmo per il cambiamento per nulla al mondo.


Ed allora? E allora ripesco Le Pasquinate, memorie di uomini che, molti anni addietro, sapevano essere molto più critici di noi:

Pasquinate contro Giulio III e i versi di Joachim du Bellay

  • Pasquinata del 1544
S'un cardinal perverso si punisse,
di Monte il corpo qui non fora sito
ch'arso seria per sodomito,
perché bugerò sempre fin che visse
(Se si punissero i cardinali perversi, Del Monte non avrebbe sepoltura in questo luogo: sarebbe stato arso come sodomita perché fu dedito alla sodomia sempre finché visse).
  • Pasquinata del 1549
Monte per sodomia
devria brugiarsi: egli ha capricci matti,
si regge a la roversa in detti in fatti
(Del Monte dovrebbe essere arso vivo per sodomia: ha capricci matti ed è invertito[177] in ciò che dice e in ciò che fa)
  • Pasquinata del 1550
Ama Del Monte con ugual ardore
la scimmia e il servitore.
Egli al vago femmineo garzoncello
ha mandato il cappello:
perché la scimmia, a trattamento uguale,
non fa pur cardinale?
(Del Monte ama con ugual ardore la scimmia e il suo servitore: ha fatto cardinale il femmineo ragazzino, perché non fa lo stesso con la scimmietta?)
  • Pasquinata del 1550
Mont'ha capricci tali,
che si vedrian tor furbi dalle strade
e porglia lato della Trinitade
(Del Monte ha capricci tali che toglie dalla strada ragazzacci per metterli al lato della Trinità).
Versi satirici del poeta francese Joachim du Bellay
Ma vedere uno staffiere, un bambino, una bestia,
un furfante, un poltrone diventare cardinale,
e per aver saputo accudire bene a una scimmia,
un Ganimede avere il rosso in testa (cappello cardinalizio, NdR)
(...)
questi miracoli, Morel, accadono solo a Roma.

Pasquinate contro papa Giulio II

Pasquinata del 1534 

Sixtum lenones, Iulium rexere cinaedi
imperium vani, scurra, Leonis habes
(I ruffiani guidarono Sisto, i sodomiti passivi Giulio; e tu, buffone, reggi l'impero del fatuo Leone) Trad. di Giovanni Dall'Orto

I sonetti del Belli

« Sonetto 1276. I delitti d'oggigiorno

Don Marco fu accusato d'adulterio,
e il Papa l'assolse come innocente.
Diede in culo ai figli di Saverio,
e il Papa disse: «Non è vero niente».

Ha fatto frodi, furti, e un'infinità
di inganni contro tante persone,
e il Papa se ne è uscito serio serio:
«Non ci vogliamo credere un accidente».

Infine ieri per voler divino
una spia gli sussurrò queste due parole:
«Santo Padre, don Marco è giacobino».

E il Santo Padre, in quel momento stesso,
sentendosi toccare dove gli duole,
lo condannò da se medesimo, senza processo. »

Profilo dell'autore

HYBRIS: femmina (ma non troppo), geofisica di professione, scrivo per diletto. Chi mi ispira? Da Nietzsche a Voltaire, dal Maestro - quello finnico - a King, passando per tutti i piccoli grandi eroi della porta accanto che rendono questo mondo migliore. Amo: il culture shock, il fango e le stelle, i concerti, le avventure ed i posti inesplorati, l'incertezza, l'umiltà superba di chi ha cuore e menti grandi, gli animi caparbi.

Posta un commento Default Comments

emo-but-icon

Seguici!

Hybris&Joshua. Powered by Blogger.

HOT

NEW

Translate this blog!

Visite Totali

Mappa Visitatori

item
"