Boicottate l' angora !



Non ho alcuna intenzione di pubblicare il video degli attivisti dell'associazione PETA (People for the Ethical Treatment of Animals), non posso.
Fa troppo male, fa male da morire.
E' uno strazio che non voglio riproporre a nessuno.

Non voglio fare retorica, non amo i fanatismi di alcun colore, ma su questo bisogna tutti concordare: torturare un animale, lasciarlo morire tra immani dolori per ricavarne la materia prima di cui saranno composti i maglioncini che tanto orgogliosamente indosseremo è al di là di ogni umanità.
E' inammissibile quello che accade in Cina, questo gigante borioso incurante di regole e diritti, che non tutela i diritti degli animali, che violenta e distrugge la natura per la logica del profitto.
Non che l'Occidente possa sempre vantare di essere nelle condizioni di bacchettare lo studente discolo dei Paesi emergenti, ma qualcosa si sta muovendo.

Dopo la diffusione del terribile video girato da un attivista PETA, il colosso svedese d'abbigliamento H&M ha deciso di sospendere la vendita dei capi realizzati con lana dei conigli d’angora in alcuni allevamenti cinesi.
L'associazione LAV (Lega Anti Vivisezione) scenderà in piazza sabato 30 novembre e domenica 1° dicembre (con replica il 7 e 8 dicembre) per dire NO alle pellicce.

Voi, nel vostro piccolo, potete fare molto.
Potete diffondere la notizia, innanzitutto.
Ma soprattutto potete boicottare i capi d'angora.
Si tratta di perdere un minuto al momento dell'acquisto di un maglioncino.
Leggete l'etichetta e rifiutatevi di acquistare il capo se contiene angora.
Secondo Peta, la Cina produrrebbe circa il 90% di pelliccia di coniglio di angora in tutto il mondo.
Tenetelo a mente.
Non volevo turbare gli animi di nessuno mostrando le condizioni dei coniglietti in Cina, perciò ho voluto accompagnare questo post-denuncia con due foto di una delle creature più dolci e coccolose che abbia mai conosciuto nella mia vita, Willy. 
Sperando che la vita dei suoi fratellini cinesi possa migliorare al più presto.

Diffondete, denunciate, attivatevi!


Profilo dell'autore

HYBRIS: femmina (ma non troppo), geofisica di professione, scrivo per diletto. Chi mi ispira? Da Nietzsche a Voltaire, dal Maestro - quello finnico - a King, passando per tutti i piccoli grandi eroi della porta accanto che rendono questo mondo migliore. Amo: il culture shock, il fango e le stelle, i concerti, le avventure ed i posti inesplorati, l'incertezza, l'umiltà superba di chi ha cuore e menti grandi, gli animi caparbi.

Posta un commento Default Comments

emo-but-icon

Seguici!

Hybris&Joshua. Powered by Blogger.

HOT

NEW

Translate this blog!

Visite Totali

Mappa Visitatori

item
"