La geofisica atterra su Marte!



Terminata la missione Orion, la NASA si prepara alla prossima avventura alla scoperta del Pianeta Rosso, stavolta battezzata InSight ('Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport').
Ai geofisici sta già battendo forte il cuore. Si, perché la missione in questione ha lo scopo di studiare la composizione, la struttura interna e l'evoluzione del Pianeta Rosso con metodi geofisici remoti.
Il gingillo della NASA sarà infatti dotato di:
  • SEIS: un sismometro ad alta risoluzione che rileverà la sismicità di Marte, legata alla struttura interna del pianeta
  • HP3: una sonda che misurerà il flusso di calore del pianeta 
  • RISE: strumento che permetterà di studiare variazioni nell'asse di rotazione del pianeta (legate principalmente alle dimensioni ed allo stato del nucleo).

Rappresentazione del lander protagonista
 della futura missione Insight
(credits)
Si tratta, a mio parere, di uno dei più importanti esperimenti di geofisica planetaria mai effettuati.
La missione partirà a Marzo 2016, mentre l'atterraggio della sonda è previsto tra un anno (settembre 2016).
Ne vuoi sapere di più? Clicca qui.

Vi ricordate inoltre l'iniziativa della NASA 'Send your name to Mars' in occasione della missione Orion?
Il viaggio continua ed è la vostra seconda occasione per mandare il vostro nome su Marte, stavolta con la missione InSight.
Chi lo fece già per la scorsa missione, rientra ormai a pieno titolo nella lista dei Mars Frequent Flyers, come nel mio caso. Se prima nutrivo qualche dubbio, ora è certo: sono ufficialmente una marziana!


La mia pagina di Mars Frequent Flyer: evidenziate le missioni compiute,
in ombra quelle a venire

Se volete essere anche voi dei marziani cliccate qui.
Per coloro che avevano già mandato il loro nome con la missione Orion, andate nella sezione Frequent Flyer.
Avete tempo sino all'8 settembre.


Profilo dell'autore

HYBRIS: femmina (ma non troppo), geofisica di professione, scrivo per diletto. Chi mi ispira? Da Nietzsche a Voltaire, dal Maestro - quello finnico - a King, passando per tutti i piccoli grandi eroi della porta accanto che rendono questo mondo migliore. Amo: il culture shock, il fango e le stelle, i concerti, le avventure ed i posti inesplorati, l'incertezza, l'umiltà superba di chi ha cuore e menti grandi, gli animi caparbi.

Posta un commento Default Comments

emo-but-icon

Seguici!

Hybris&Joshua. Powered by Blogger.

HOT

NEW

Translate this blog!

Visite Totali

Mappa Visitatori

item
"