I geofisici, le bombe e l'Apocalisse



Mentre la Befana distribuiva carboni ai monelli, Kim Yong-un conduceva il test della bomba ad idrogeno.

In realtà, quello del 6 gennaio 2016 è stato, si, il test di un'arma nucleare ma non di una bomba H, come affermato dal despota nordcoreano.
Una bomba H (o bomba ad idrogeno) è centinaia di volte più potente delle bombe atomiche "tradizionali", le stesse utilizzate dal dittatore nordcoreano nei suoi tre test nucleari precedenti (2013, 2009 e 2006). Disattendendo le affermazioni fatte, l'evento sismico associato al test del 6 gennaio si è rivelato del tutto comparabile alla media dei test nucleari precedenti.
A dimostrarlo, i dati analizzati dai geofisici:


Registrazioni della componente verticale del moto del suolo presso la stazione di
GSN IC.MDJ per gli eventi sismici del 2013 e del 2016 (Alex Hutko, IRIS)

Registrazioni della componente verticale del moto del suolo presso la 
stazione di GSN IC.MDJ per gli eventi sismici del 2006, 2009, 2013 e 2016 
(Andy Frassetto, IRIS)

Confronto delle onde P associate ai quattro test nucleari
(Dan McNamara, USGS);

Stando all'analisi delle onde sismiche associate all'evento, l'ordigno ha, si, indotto un evento sismico di carattere esplosivo, ma non si è trattato del test di una bomba H. In particolare, l'ampiezza delle onde P registrate è di gran lunga inferiore a quella stimata nel caso della detonazione di una bomba a idrogeno.
I geofisici smentiscono Kim Yong-un, dunque. Naturalmente ciò non scalfisce la gravità della situazione: quello del 6 gennaio rimane un test di arma nucleare ed il dittatore nordcoreano uno da tenere d'occhio.

I geofisici, non a caso, sono tra i migliori "detectives" di test nucleari clandestini all'interno del Nuclear Test Ban Treaty (Trattato di bando dei test nucleari).
Con altri scienziati, lavorano duro, per monitorare il peggio.
Per evitare ... l'Apocalisse.

Dal 1947 la rivista "The Bulletin of Atomic Scientists" mostra in copertina un orologio, il Doomsday Clock - l'orologio dell'Apocalisse - che indica simbolicamente quanti minuti mancano alla mezzanotte (ovvero alla fine del mondo). L'obiettivo degli scienziati fondatori della rivista è quello di mantenere alta l'attenzione sugli effetti catastrofici dell'uso improprio dell'energia atomica. Ogni anno si incontrano e decidono se spostare le lancette dell'orologio, avanti o indietro.
Nel 2012 mancavano 5 minuti alla mezzanotte, a gennaio 2015 le lancette dell'orologio sono state spostate in avanti: mancano adesso solo 3 minuti alla mezzanotte.
Oltre alla corsa alla modernizzazione delle armi nucleari da parte di USA e Russia, gli scienziati puntano il dito anche contro il fallimento dei leader politici mondiali nell'affrontare il problema del cambiamento climatico.
Il test di Kim Yong-un non dovrebbe far spostare le lancette ulteriormente in avanti, ma questa rimane una piccolissima consolazione.

All'inizio del 2015 le lancette dell'Orologio dell'Apocalisse
sono state spostate in avanti: mancano 3 minuti alla mezzanotte

Tieni d'occhio l'Orologio dell'Apocalisse qui

L'umanità avrà la sorte che saprà meritarsi (A. Einstein)

Profilo dell'autore

HYBRIS: femmina (ma non troppo), geofisica di professione, scrivo per diletto. Chi mi ispira? Da Nietzsche a Voltaire, dal Maestro - quello finnico - a King, passando per tutti i piccoli grandi eroi della porta accanto che rendono questo mondo migliore. Amo: il culture shock, il fango e le stelle, i concerti, le avventure ed i posti inesplorati, l'incertezza, l'umiltà superba di chi ha cuore e menti grandi, gli animi caparbi.

Posta un commento Default Comments

emo-but-icon

Seguici!

Hybris&Joshua. Powered by Blogger.

HOT

NEW

Translate this blog!

Visite Totali

Mappa Visitatori

item
"